C900 - La storia completa 1979-1994

Dove pubblicare Documentazione (non soggetta a copyright) e Link di interesse collettivo.
Messaggio
Autore
Avatar utente
TurboS
Utente
Messaggi: 247
Iscritto il: lunedì 23 agosto 2010, 14:50

C900 - La storia completa 1979-1994

#1 Messaggio da leggere da TurboS » venerdì 11 febbraio 2011, 12:02

In lavorazione. Non ancora completo

COME RICONOSCERE I VARI MODEL YEAR (m.y.)
E' importante notare la produzione Saab di ogni m.y. parte da Settembre. Quindi, ad esempio, un m.y. 1990 contrassegnato dalla lettera L viene prodotto dal Settembre '89 a fine Agosto '90 e così via.

Immagine

Immagine

LE POTENZE RIPORTATE A LIBRETTO
Il Deutsches Institut für Normung (Istituto tedesco per la standardizzazione, meglio noto come DIN) è una organizzazione tedesca per la definizione di standard. Fino al 1990-1991 quasi tutte le auto in Europa erano omologate con specifiche Din di origine tedesca.

Poi, in seguito all'avvento delle direttive Cee si è deciso di uniformare tutto alle normativa Cee. E qui inizia il vero problema con le motorizzazioni provinciali italiane che quando targavano auto nuove o usate da ritargare confondevano i due standard.

La differenza fra Din e Cee è che secondo lo standard Cee la prova per rilevare la potenza di un motore viene effettuata con più accessori in funzione che assobono più potenza, ovvero con il catalizzatore, o restrizioni inquinanti, climatizzatore e fari accesi e centraline dell'Abs.

Quindi ecco un riassunto pratico che dovrebbe aiutare a comprendere quale potenza ha il motore della vostra Classic 900:

133 cv Din = 98 kw Din equivalenti a
145 cv Din = 107 kw Din equivalenti a 141 cv Cee = 104 kw Cee.
175 cv Din = 128 kw Din equivalenti a 170 cv Cee = 126 kw Cee.
185 cv Din = 136 kw Din equivalenti a 180 cv Cee = 132 kw Cee


Esiste poi una versione 191 cv Din che però non viene mai dichiarata a libretto, o meglio continua ad apparire come una 132 kw Cee. Si tratta delle ultimissime 900 m.y.1993-94 sia cabrio che coupè che montavano il motore B202R. Ma torneremo sull’argomento più avanti.

LE CENTRALINE
Esistono diverse centraline per la classic 900. Il rosso o nero si riferisce al colore della scatola che è chiaramente visibile, essendo la centralina collocata nel vano motore sulla sinistra. Le centraline si dividono in due categorie, ovvero non-kat per le auto prive di catalizzatore e kat per le auto con il catalizzatore. Importantissimo notare che le centraline non-kat non vanno su una macchina con il catalizzatore e viceversa.

NON-KAT
- Rossa o Nera 175 cv Din. Non si conosce la differenza tra la versione “rossa” o quella “nera”, ma comunque si tratta della centralina che montano tutte le Turbo 16 Apc fino al 1989-1990.
- Rossa 185 cv Din. Ordinabile a parte dal 1989.


KAT
- Rossa 126 kw Cee.
- Rossa 132 kw Cee.
- Rossa 137 kw Cee, però dichiarata a libretto sulle vetture italiane come una 132 kw Cee.


Per altri mercati esistono anche una centralina rossa da 128 kw Cee ed una nera da 160 cv Din per la maggioranza delle Turbo Apc Kat prodotte principalmente per il mercato tedesco.

Infine, per ogni centralina c'è uno specifico pressostato benzina che ha pressione o da 2,5 bar, o da 2,8 bar, o da 3,0 bar, o da 3,3 bar.

I modelli Ecopower non hanno una centralina vera e propria essendo sprovvisti del sistema Apc. Quindi non è ovviamente possibile montare una centralina rossa (o nera) su una Ecopower.

AERO E KIT AIRFLOW

L’allestimento Aero viene per la prima volta fornito sulla 900 3ck turbo 16 apc dal 1984 che diviene un modello specifico a listino in tutto il mondo e negli state vien chiamato SPG (pare per questioni di diritti con la Ford). Poi a partire dal 1986 anche sulla due porte in alcuni mercati come Regno Unito e Svizzera è disponibile sia sul Turbo Apc 16 valvole che sulla Turbo Apc 8 valvole. Sulle 900 cabriolet l'allestimento Aero è disponibile solo dal m.y. 1990 per le Turbo Apc e dal m.y. 1992 per le Ecopower.

Il kit Airflow è invece disponibile dal m.y. 1988 per tutte le 900 ed anche per le cabriolet pochi mesi dopo (indipendentemente dalla motorizzazione o allestimento) fino a fine produzione nel 1994. Si tratta di un kit da ordinare a parte o aftermarket e solo sulle versioni Aero (tutte) si può richiedere in fase di stipulazione contratto come extra accessorio, anche se spesso o quasi sempre viene montato dall'importatore o dal concessionario che riceve l'auto con il kit assieme. (Come veniva fatto per le prime 9000sport del 1988-1989 tutte ovviamente numerate che non venivano allestite in Svezia. Mentre le 9000 sport del 1990 ed anche 1991 venivano fatte direttamente in Svezia per tutti i mercati ed infatti erano nel normale catalogo e listino della gamma 9000.)

Quindi:

Le 900 Aero sono disponibili a listino come modello specifico e quindi escono dalla fabbrica già come vetture con allestimento Aero.

Il kit Airflow è invece da considerarsi per tutte le 900 un accessorio ufficiale Saab da montare a parte. Per le 900 non esiste quindi una versione specifica Airflow a listino e pertanto il kit deve essere specificatamente ordinato in sede di stipulazione del contratto di vendita oppure come accessorio ufficiale Saab da montare post-vendita. L’importatore Sidauto prepara quindi le vetture oppure ne delega la preparazione al concessionario di zona. A volte, nel caso delle coupè Aero, le vetture vengono parzialmente preparate già in fabbrica e poi finite in italia.

In cosa si differenziano
Come carrozzeria, l’allestimento Aero per le 900 significa: paraurti con sotto lo spoiler di serie solo sulle turbo, angolari ai paraurti specifici, archi ruota specifici e fascioni sui fianchi da ruota a ruota.

Il kit Airflow, invece, comprende sempre le stesse minigonne o fascioni da ruota a ruota (identici a quelli Aero), ma i paraurti sono totalmente a guscio integrale e si raccordano sino alle ruote. In più ci sono degli specifici archi ruota maggiorati.

Il kit Airflow può essere abbinato alle vetture dotate di allestimento Aero ed in tal caso, il kit comprende solo i paraurti e gli archi ruota. I fascioni laterali rimangono quelli Aero.

Non esistono dei cerchioni Airflow specifici, anche se normalmente vengono montati gli Aero che derivano dalla Coupè Aero del 1984, i Crosspoke, oppure i Super Aero che sono degli Aero con lamelle di carena (che rammentano gli inca delle prime 900 Turbo) ove ci sono i tre fori tripoidali.

Da un catalogo ufficiale Saab si evince che una 3ck Aero completa di kit airflow con cover sfoghi aria e alettone a balena uniti ai cerchi Super Aero permettevano di avere un CX pari a 0,31-0,32 effettivo!.

Immagine



Continua...
900 Cabrio Aero Sport '92 - 185 cv Din

Avatar utente
TurboS
Utente
Messaggi: 247
Iscritto il: lunedì 23 agosto 2010, 14:50

Re: C900 Cabrio - La storia completa 1987-1994

#2 Messaggio da leggere da TurboS » giovedì 24 febbraio 2011, 12:53

CLASSIC 900 CABRIOLET

In lavorazione. Non ancora completo

La Saab 900 Cabriolet nasce da un’idea di Bob Sinclair, l’ex presidente di Saab-Scania America Inc. La progettazione viene affidata a Steven Rossi & American Sunroof Company.

Il primo prototipo della 900 cabriolet viene presentato nel 1983 al Motor Show di Francoforte. Un anno più tardi, la presentazione viene riproposta alle Olimpiadi di Los Angeles nel 1984.

I primi esemplari sono costruiti nel 1986 ed hanno ancora il frontale denominato “flat nose”, ovvero con la calandra ed i fari dritti e non inclinati. Della versione cabriolet “flat nose” vengono prodotti solo 400 esemplari praticamente tutti venduti negli Stati Uniti. Sono tutti motorizzati con il motore B202L turbo apc da 175 cv.

Immagine

La 900 cabriolet viene quindi ufficialmente prodotta ed esportata in tutto il mondo a partire dal 1987 e pertanto con il nuovo frontale caratterizzato dai fari e dalla mascherina. (Il nuovo frontale viene appunto introdotto su tutta la gamma 900 a partire dal m.y. 1987).

Le 900 cabriolet sono prodotte fino al 1994 negli stabilimenti finlandesi di Uusikaupunki.

Il totale delle Saab 900 Cabriolet prodotte si attesta a 48.888 unità prodotte tra il 1986 ed il 1994.

M.Y. 1987-1988 e 1989
Sono praricamente identiche come versioni ed allestimento.

Immagine
Immagine

- Il m.y. 1987 è disponibile solo con il motore 1985cc B202L turbo apc. da 175 cv Din con una sola potenza omologata, ovvero175 cv Din.

Monta ancora il vecchio impianto frenante della Lucas quindi con freno a mano all'anteriore e differenti mozzi. Il turbo è ancora raffreddato solo ad olio.

Pochi i colori disponibili. Viene venduta solo con un allestimento unico dove pelle e clima sono optional imposti.

- Il m.y. 1988 è disponibile solo con il motore 1985cc B202L turbo apc. da 175 cv Din con una sola potenza omologata, ovvero175 cv Din.

Nuovo è l'impianto frenante che è lo stesso delle 9000 tranne i dischi e le pinze anteriori. Viene utilizzato un nuovo turbo raffreddato anche ad acqua e viene adottata qualche piccola miglioria come un differente posizionamento del motorino d'avviamento.

Sono disponibili più colori, ma è sempre e solo disponibile un allestimento unico dove pelle e clima sono optional imposti.

- Il m.y.1989 è disponibile solo con il motore 1985cc B202L turbo apc. da 175 cv Din, ma appare a listino la possibilità di ordinare la vettura con un kit di potenza da 185 cv Din.

Dalla primavera 1989 per la prima volta è opzionabile l’impianto ABS che rimane sempre lo stesso fino al 1993 (cambierà solo la posizione della centralina).

Dalla metà del 1989 è anche possibile ordinare in Italia cabrio con il catalizzatore che hanno 160 cv Din.

Dal m.y. 1989 è possibile ordinare il kit Ariflow per tutte le 900 ed anche per le cabriolet. Le 900 cabriolet m.y. 1989 specificatamente opzionate con il kit Airflow montano un kit completo di fascioni Aero sulle portiere, proprio perchè nel 1989 una versione cabriolet Aero non esiste ancora a listino. Il Kit non viene montanto in fabbrica, ma dalla concessionaria. I cerchioni montati non sono specifici, ma opzionabili a scelta dal catalogo accessori post-vendita Saab.

Quindi non esistono 900 Airflow paragonabili alle ufficiali Aero. Esistono solo 900 dotate post-produzione di kit Airflow.

M.Y. 1990 Anno di produzione L
Con il m.y. 1990 viene introdotto il motore economico 16 valvole aspirato da circa 133 cv Din che affianca il solito B202L Turbo Apc da 175 cv Din o 185 cv Din. Per la prima volta la cabrio è disponibile con un nuovo allestimento sportivo denominato Aero.

A partire dal 1990 sia per le Turbo Apc e poi in seguito dai m.y.1991 anche sulle Ecopower, Saab monta una turbina Mitzubishi, sebbene la Garret precedentemente utilizzata continui ad essere ugualmente montata. Pertanto nei m.y.1990 e 1991 si possono trovare identiche auto ma con turbina differente sempre regolata con analoghe pressioni.

Non vi sono quindi differenze di prestazioni tra vetture con turbina Garret e vetture con turbina Mitzubishi.

Turbo Apc Normali
Sempre 175 cv Din. Non si segnalano altre modifiche.

Turbo Apc Aero e Aero Sport
Il 1990 vede la nascita della cabriolet Aero che viene inserita a listino per la prima volta.

Il kit Aero viene montato direttamente in fabbrica e si caratterizza per i fascioni sui lati e per i cerchi specifici identici a quelli della coupè Aero del 1984.

Esistono due versioni Aero:

> Aero base con centralina nera da 175 cv Din (126 kw Cee) ed assetto della normale Turbo Apc.

> Aero Sport con assetto specifico sport centralina rossa da 185 cv Din prive di kat con assetto specifico sport, ovvero: ammortizzatori a gas Sachs di colore blu + barre + molle spennellate in color oro sulla parte superiore.

Per il mercato italiano, le Aero Sport originali m.y. 1990 (non le Aero base) hanno la particolarità di essere omologate come cabrio/sport. Sul libretto di circolazione infatti compare prima del numero di telaio la sua propria denominazione commerciale, ovvero 900 convertibile sport/1 o sport/2 (non si è mai capita la differenza fra sport 1 e sport 2).

Le Aero Sport sono caratterizzate dalla scritta "Turbo S" sul baule. Vengono quasi tutte vendute di colore bianco, nero o Rosso Talladega.

Le cabrio Aero Sport m.y. 1990 per il mercato italiano sono tutte omologate a libretto con 132 kw Cee (185 cv Din) e sono prive di catalizzatore.

M.Y. 1991 Anno di produzione M
Con il m.y. 1991 viene introdotto il nuovo Ecopower B202S da 145 cv Din che affianca l’aspirato 16 valvole da circa 133 cv Din ed il collaudato B202L turbo apc da 175 cv Din. Ora gli allestimenti offerti sono maggiori. Arrivano anche le versioni catalizzate (kat).

Le cabriolet Ecopwer sono disponibili solo con gli ultimi m.y. 1991 e per ora non in allestimento Aero.

Il m.y. 1991 risente della nuova proprietà GM che opera imponendo un livello qualitativo più basso. Come modello è una via di mezzo, visto monta alcuni componenti del m.y. 1990 ed alcuni componenti che verranno montati sul m.y. 1992.

Sul m.y. 1991, da Settembre 1990, viene montanto un nuovo cambio GM (fatto in polonia per risparmiare) che non ha più l’asta per controllare il livello olio e nemmeno il tappo sotto per scolarlo. Per sostituire l’olio del cambio bisogna ora aprire un carter apposito. Anche gli ingranaggi interni sono di qualità inferiore a prima.

Un altro problema è il radiatore del modello 16i aspirato che per economie di scala viene anche montato sulle Ecopower e anche su parecchie Turbo Apc con problemi di raffreddamento per le vetture utilizzate nei paesi più caldi.

Il m.y. 1991 soffre anche diversi problemi a livello di impianto elettrico, come ad esempio la parte sopra del quadro strumenti che si fonde e le luci che bruciano spesso. Difatti l’impianto elettrico è un bricolage di parti e pezzi del 1990 con le prossima 1992. Ad esempio le 1991 montano ancora cruscotto e strumentazione delle 1990 con i caratteri grandi, però la consolle centrale attorno al freno a mano è già delle 1992 con relativi nuovi tasti alzavetro ed altro.

Tutte le 900 m.y. 91 adottano sedili dal nuovo profilo.

Su alcuni m.y. 1991 le scritte "turbo" ai lati del cofano vengono sostituite dalle scritte "saab".

Su tutti i m.y.1991 l'Abs è ancora optional per cui molte Ecopower e Turbo Apc possono esserne prive.

Turbo Apc Normali
Montano il motore da 175 cv Din. Possono essere kat o non kat. In alcuni mercati le non kat hanno 160 cv Din.

Turbo Apc Aero e Aero Sport
Esistono due versioni Aero: Aero base con centralina nera da 175 cv Din ed Aero Sport che hanno assetto specifico e centralina rossa da 185 cv Din senza kat e centralina rossa con 175 cv Din se con kat.

A parte gli aggiornamenti adottati come m.y. 1991, le Aero 1991 rimangono uguali alle Aero 1990 ed ancora una volta, solo per le Aero Sport, compare sul libretto di circolazione la denominazione 900 convertibile sport/1 o sport/2 (non si è mai capita la differenza fra sport 1 e sport 2).

Entrambe le Aero sono disponibili kat o non kat.

1991 Anniversary Edition (conosciuta anche come Montecarlo)

Immagine

La Montecarlo o più precisamente Anniversary edition nasce a fine inverno 1991 e viene prodotta in circa 1200 esemplari numerati: 900 color Giallo Montecarlo – codice colore 231 – e 300 color Platana Grey, praticamente vendute solo negli USA.

Quindi sono 300 numerate solo per l'Europa, 300 numerate solo per Usa e Canada e 300 non numerate solo per america ed altre parti del mondo prodotte in "eccesso" visto che il successo fu notevole e la richiesta superiore alla disponibilità iniziale.

In più, come detto, esistono le ulteriori 300 Anniversary Platana Grey numerate solo per il mercato Usa e Canada (non risultano quindi per l' Europa, a meno di qualche raro dirottamento...)

Molte Anniversary vengono prodotte con specifiche simili alla Aero Sport e quindi montano l’assetto sportivo e la centralina rossa da 185 cv Din non kat, ma non per tutti i mercati.

In Germania, tutte le Anniversary sono già kat per via delle normative tedesche che lo impongono e pertanto nel mercato tedesco le Anniversary hanno 160 cv Din se con centralina nera o i 175 cv Din se con centralina rossa.

Negli US la Anniversary è anche disponibile come versione Turbo Apc base non Aero (o SPG come conosciuta in certi mercati).

Le cabrio Anniversary (numerate ovviamente) più belle ed accessoriate sono quindi vendute in Italia fra Marzo e Luglio 1991.
Per il mercato italiano le Anniversary derivano tutte dalle Aero Sport non catalizzate e quindi con certralina rossa da 185 cv Din, che sono i 132 kw cee. In Italia vengono vendute circa 30 Anniversary numerate e solo di colore Giallo Montecarlo, non risultano infatti delle Platana numerate.

Le cabrio Anniversary prodotte con specifiche Aero Sport si distinguono dalle altre Aero Sport m.y. 1991 per i seguenti accessori:

> Cerchi Aero del nuovo tipo a ventola che verranno montati su tutte le Aero cabrio solo dal m.y. 1992.

> Targhetta sul cruscotto che ricorda il numero di esemplare prodotto.

> Sedili con regolazione elettrica.

> Soft cover capote che permette di "chiudere" i sedili posteriori in sostanza limitando la turbolenza quando si viaggia con la capote aperta.

Le Anniversary che derivano dalle Aero Sport mantengono le scritte identificative del modello Aero Sport e quindi hanno la scritta "TurboS" sul baule.

Cabrio Ecopower
La cabriolet Ecopwer monta il motore B202S da 145 cv Din (104 kw Cee) con turbina Mitsubishi da 0,45 bar e priva di Apc ed intercooler ed é disponibile sugli ultimi cabrio m.y.1991 in allestimento base e Top Lusso, ma non in versione Aero.

Le cabrio base hanno aria condizionata e pelle di serie e cerchi in lega base, mentre le cabrio lusso top hanno cerchi aero '92 o i cross spoke ed in base al colore hanno la capote o blu o nera o beige e il volante in pelle con leva cambio rivestita in pelle e relativo pomolo.

Il motore Ecopower è disponibile solo con il catalizzatore.

Il principio Ecopower è un’intuizione italiana di alcuni tecnici Sidauto (importatore ufficiale Saab in Italia) i quali si rendono conto che la clientela italiana vuole un modello di mezzo tra le prestazionali turbo apc e le troppo lente 16i.

Su pressione italiana i tecnici svedesi decidono quindi di applicare una piccola turbina con pochi bar ad un motore apsirato 16i e dopo poche prove si rendono immediatamente conto degli ottimi risultati che si ottengono e che si estendono anche alle emissioni che vengono ulteriormente ridotte rispetto alla versione aspirata.

Nasce quindi la Ecopower che diventa un best-seller assoluto.

Proprio per gli studi effettuati dai tecnici svedesi sul motore aspirato, i primi motori Ecopower sono effettivamente degli aspirati dotati di una turbina a bassa pressione e degli stessi pistoni e bielle del modello 16i.

Solamente in un secondo tempo per esaurire le scorte e visto l'incredibile successo del motore Ecopower dalla seconda metà del 1991, quasi tutti i motori derivano dai Turbo Apc o meglio sono dei turbo senza apc e senza intercooler.

Le Ecopower montano una turbina Mitsubishi (alcune montano invece la Garrett) che è identica alle turbine Mitsubishi o Garrett montate sulle Turbo Apc. Quindi non cambia la dimensione delle turbine, ma la waste gate che lavora in modo differente e resiste sino a regolazioni di 0,65 bar al massimo.

Il motore Ecopower viene abbinato ad un cambio a cinque marce con i rapporti più corti rispetto al Turbo Apc, ovvero solo i due ingranaggi frontali. Ancora una volta viene utilizzato il cambio GM montato in Polonia e con le stesse problematiche sopra esaminate.

Le Ecopower sono prive del caratteristico manometro del turbo che contraddistigue da sempre le Saab turbo e che da ora in avanti viene esclusivamente montato sulle turbo apc.

Tutte le Ecopower sono catalizzate ed a libretto riportano 104 Kw Cee.

Per i mercati esteri è possibile ordinare le Ecopower con l'intercooler montato in fabbrica che da 10-15 cv Din aggiuntivi. Per l'Italia tale opzione non è disponibile. Pertanto, si deve ricorrere al tuning fatto in concessionaria o da un preparatore.

M.Y. 1992 Anno di produzione N
Il m.y. 1992 mantiene le stesse motorizzazioni del m.y. 1991, ovvero l’aspirato 16 valvole da circa 133 cv Din, il motore Ecopower B202S da 145 cv Din (104 kw Cee) ed il collaudato B202L Turbo Apc da 175 cv Din (126 kw Cee) o 185 cv Din (132 kw Cee). Tutti gli allestimenti e motorizzazioni m.y. 1992 ora offrono l’impianto Abs e catalizzatore di serie.

Con i m.y.1992 le cabriolet Ecopower sono disponibili dal Maggio 1992 per la prima volta anche in allestimento Aero.

La cabriolet m.y. 1992 introduce diverse modifiche rispetto ai precedenti modelli. Vediamole:

> Base parabrezza non più verniciata in tinta con la carrozzeria. Dal m.y.1992 la base parabrezza è infatti verniciata di nero semilucido per meglio accordarsi al nuovo spoiler baule esteso.

> Lo spoiler baule è più grande e viene esteso fino a sopra le porte arrivando fino ai montanti parabrezza. Lo spoiler può accomodare una terza luce stop che però in Italia nel 1992 non è ancora omologata.

> Vengono introdotti i nuovi cerchi Aero ’92 a ventola montati sulle versioni Aero o sulle versioni lusso top non aero.

> La turbina Mitsubishi (che affianca la Garrett dal 1990) è ora praticamente montata su tutte le Turbo Apc ed Ecopower m.y.1992 e poi 1993-94.

> Nuova grafica strumentazione e disegno spie di servizio differente.

> Il cruscotto perde il contorno cromato ed il cassetto porta oggetti è tutto liscio e nero.

> I montanti parabrezza hanno un rivestimento diverso.

> Nuovo volante in pelle a tre razze con due pulsanti per il clacson e logo Saab stampato al centro.

> Nuova è la moquette (ma già con alcune m.y.1991) ora è tutta in un pezzo unico da pedaliera a sedile posteriore mentre prima era in due pezzi che si congiungevano come sulle sedan e coupè all'altezza della leva freno a mano e sotto i sedili anteriori.

> Su tutti i m.y. 1992 le scritte "turbo" sui lati del cofano sono ora sostituite dalle scritte "saab".

Nonostante venga mantenuto il cambio GM prodotto in Polonia e parecchie Ecopower e Turbo Apc montino il radiatore piccolo della 16i, il m.y. 1992 è generalmente considerato tra i migliori prodotti per via della qualità degli assemblaggi, dell'impianto elettrico, delle saldature ed in genere per la cura dei particolari. Inoltre il m.y. 1992 riceve forse la miglior verniciatura di tutte le 900 degli ultimi anni.

Importante:
Il color Giallo Montecarlo rimane in produzione per tutti i modelli e allestimenti, ma è solo una normale tonalità di colore ordinabile a scelta del cliente che a differenza della precedente Anniversary non identifica più una serie speciale e numerata. Le cabriolet Giallo Montecarlo m.y. 1992 non hanno quindi nulla a che vedere con le Anniversary che sono solamente dei m.y. 1991.

Turbo Apc
Disponibile con 175 cv Din o 185 cv Din.

Turbo Apc Aero
Rimane in listino ufficiale con i 175 cv Din

Turbo Apc Aero Sport
La Aero Sport m.y. 1992 viene prodotta solo su richiesta specifica e quindi non compare a listino al fianco della Aero base.

Le Aero Sport montano tutte la centralina rossa da 185 cv Din (132 kw Cee) e sono dotate di assetto sport, ovvero quattro ammortizzatori Sachs di colore blu con taratura specifica. Tuttavia, mentre sulle coupè Aero Sport, le molle ribassate sportive sono di serie, sulle Aero Sport cabrio sono disponibili solo come optional (circa 1 milione di Lire). Difatti, essendo una cabrio, in Saab preferiscono non estremizzarla troppo lasciando la decisione al cliente. Le molle Sport si riconoscono per la sporcatura oro argento sull'attacco superiore della molla. Le molle base sono invece tutte nere.

Le Aero Sport montano anche il radiatore grande pre-GM con termostato ad 82º e con le 93-94, sono le uniche di tutta la produzione cabrio a montare la pelle nei fianchetti porta ed intorno alle casse stereo posteriori.

Le Aero Sport m.y. '92 importate in Italia non riportano più sul libretto la scritta sport 1 o 2 ma al posto c'è TURBO L/X, dove da quanto si capisce, la X sta ad indicare versione migliore in assoluto.
Tuttavia, il tipo di omologazione a libretto per le Aero Sport m.y. 1992 non è uguale per tute le vetture. Varia in funzione della normativa Cee utilizzata per l'omologazione.

Come sappiamo, la produzione Saab inzia a Settembre e quindi il m.y. 1992 viene prodotto da Settembre 1991 a fine Agosto 1992. Pertanto, le Aero Sport prodotte fino a Gennaio 1992 dovrebbero essere omologate con la prima direttiva Cee 88/76 e quindi riportare a libretto ancora la dicitura sport 1 o 2. Le Aero Sport, invece, immatricolate dopo il Gennaio 1992 dovrebbero essere omologate con la direttiva 91/441 e quindi riportare la dicitura commerciale L/X.

Gli unici optionals disponibili per le Aero Sport sono quindi: colore metalizzato, airbag, sedili a regolazione elettrica, plancia in radica e molle assetto Sport.

Ecopower o L.p.t (Low Pressure Turbo)
Le cabriolet Ecopower m.y. 1992 montano tutte il motore Ecopwer B202S da 145 cv Din (104 kw Cee) con turbina Mitsubishi da 0,45 bar e priva di Apc ed intercooler che sul m.y. 1992 sono tutti derivati dal Turbo Apc base e pertanto con i medesimi pistoni e bielle.

La cabriolet Ecopwer più belle vengono vendute ancora una volta in Italia e sono disponibili in tre allestimenti: base, top lusso e solamente dal Maggio 1992 anche Aero.

Le base hanno aria condizionata e pelle di serie e cerchi in lega base, mentre le lusso top hanno cerchi aero '92 o i cross spoke. In base al colore hanno la capote o blu o nera o beige e il volante in pelle con leva cambio rivestita in pelle e relativo pomolo. Molte top lusso hanno anche strumentazione supplementare già montata che è quasi sempre applicata o abbinata alla cabrio Rosso Talladega, considerata serie speciale nel 1992.

L’allestimento Aero per la Ecopower è normalmente in listino e quindi è direttamente ordinabile alla fabbrica ed esteticamente è identico alla Aero Turbo Apc. Volgarmente potremmo dire che sono delle cabrio top lusso con in più i fascioni Aero e poco altro.

Le cabrio Ecopower sono comunque vendute solo con le sospensioni delle Aero base: ammortizzatori a gas + barre + molle nere con spennellate di rosso sulla parte alta della molla.

Non esistono Aero Ecopower sia cabrio che coupè con assetto sportivo già montato dalla fabbrica.

M.Y. 1993 Anno di produzione P

Il m.y. 1993 mantiene le stesse motorizzazioni del m.y. 1992, ovvero l’aspirato 16 valvole da circa 133 cv Din, il motore Ecopower B202S da 145 cv Din (104 kw Cee) ed il collaudato B202L Turbo Apc da 175 cv Din (126 kw Cee) o 185 cv Din (132 kw Cee). Tutti gli allestimenti e motorizzazioni m.y. 1993 continuano ovviamente ad offrire l’impianto Abs ed il catalizzatore di serie.

Le differenze rispetto al m.y. 1992 sono:

> Nuovi cerchi Aero bruniti disponibili dai primi mesi del 1993 solo con gli allestimenti Lusso e Aero.

> La qualità della verniciatura come trattamenti è un filo più economica soprattutto con le vetture nere. Inoltre ci sono delle economie a livello di impianto elettrico. Molte spine non hanno più la loro cuffietta di gomma protettiva, così dalla spina alla guaina nera ci possono essere anche uno o due cm in cui i fili sono scoperti e a vista.

> Scompare la scritta "Saab" sulle fiancate che ne rimangono prive. Le Aero Sport non adottano più la scritta "TurboS" che viene semplicemente rimpiazzata dalla normale scritta "Turbo".

La vera novità per il m.y. 1993 è il motore B202R da 191 cv din (sebbene omologato a libretto come 185 cv Din ovvero 132 kw Cee) che per le cabrio è disponibile solo su ordinazione. Ovvero, chi richiedeva l’extra kit di potenza oltre i 185 cv Din riceveva la vettura con le specifiche B202R. Come di consuetudine per Saab, essendo un kit di potenza ordinabile a parte, il motore B202R poteva essere ordinato su ogni vettura Turbo Apc indipendentemente dall’allestimento. Quindi paradossalmente possono esistere (ed esistono!) delle Turbo Apc m.y. 1993 non in allestimento Aero, ma con il motore B202R.

Il motore B202R doveva essere il motore evoluzione del B202L che avrebbe affiancato il B202S per i m.y.1993, 1994 e 1995, visto inizialmente l'idea era quella di mantenere in produzione la cabrio 900 ancora per due o tre anni per poi rimpiazzarla con una vettura moderna nata dal pianale della 9000 cs. Ma la GM fece invece nascere la 900 gm. Si spiega quindi il motivo per cui in tutti i mercati il B202R viene effettivamente omologato come 132 kw Cee. Evidentemente si decise di risparmiare sui costi di omologazione per un motore che comunque era destinato solo a poche vetture e che con i nuovi piani Gm non sarebbe più stato prodotto.

Il motore B202R ha una centralina rossa differente ed un differente pressostato benzina da 3,3 bar. Inoltre vi sono altre differenze a livello di pistoni e di altri particolari. Purtroppo il motore B202R continua ad essere abbinato al radiatore piccolo GM, sebbene, come per i B202S e B202L, alcune vetture montino il radiatore grande già in fabbrica. Insomma, una gran confusione!

Versioni prodotte:

900 i aspirata
E’ la versione più economica ed ha tutto optional, persino pelle e clima e cerchi in lega.

900 S
Si tratta della versione Ecopower che ora viene chiamata semplicemente S. Come la versione precedente viene venduta in allestimento base, lusso e Aero (che riprende le specifiche lusso) quindi S non è sinonimo di sport o Aero. Tutte hanno pelle e clima di serie e, dagli ultimi esemplari, anche il cruscotto in radica sulle lusso e sulle aero.

Turbo Apc
Rimane invariata rispetto al m.y. ’92. Stessi identici accessori di serie e stessi optional. Si può montare il kit potenza da 185 cv Din o il motore B202R da 191 cv Din (solo sulle ultime prodotte dalla primavera 1993).

Turbo Apc Aero normale
Rimane invariata rispetto al m.y. ’92. Stessi identici accessori di serie e stessi optional. Si può montare il kit potenza da 185 cv Din o il motore B202R da 191 cv Din (solo sulle ultime prodotte dalla primavera 1993).

Turbo Apc Aero Sport
Rimane invariata rispetto al m.y. ’92. Stessi identici accessori di serie e stessi optional. Si può montare il kit potenza da 185 cv Din o il motore B202R da 191 cv Din (solo sulle ultime prodotte dalla primavera 1993).

900 Cabrio Special
La special è nata solo nel 1993 come modello di fine serie sia con telaio m.y.1993 che 1994. stranamente non è stata numerata e purtroppo non so ancora quanti esemplari sono stati fatti. Sono solo poche le centinaia di cabrio Saab costruite con il colore nero metalizzato, un colore che è stato ripreso anche sulla seconda serie di cabrio 900 GM dalla fine 1994 quando entrarono in commercio come m.y.1995.

Le cabrio special sono ricercate sia che siano turbo apc o e.p., proprio per il colore nero metallizzato (o micalizzato, non si è mai capita la differenza dei due aggettivi!) non è mai stato utilizzato sulle 900 CK 3 o 5 porte, poichè il colore entrò in produzione quando già la produzione di queste era terminata.

Un altro modello identificabile con la dicitura special sarebbe il colore aubergine. In realtà è un colore disponibile già ad inizio 1993 e molti sostengono che esistano anche delle 900ck aubergine, così come è accaduto per il ruby red che era esistente già a fine 1992 ma mai riportato nel catalogo ufficiale m.y.1993.

Ecco lo schema di distinzione fra special aero ep e special aero apc turbo.

-CABRIO SPECIAL AERO E.P. O L.P.T.: di serie allestimento aero e cerchi bicolore. in più specifico impianto stereo. optional sono i sedili elettrici, l'airbag.

Non è disponibile con pannellini in pelle e con assetto sportivo. in alcuni mercati come la Germania e la Francia si poteva avere (ma era modifica fatta dopo dall'importatore ) con applicato l'intercooler e forse le molle ribassate.

-CABRIO SPECIAL AERO TURBO A.P.C.: di serie allestimento aero e cerchi bicolore. in più specifico impianto stereo e sedili elettrici con pannellini in pelle. Airbag di serie ovunque tranne che per l’Inghilterra.

Si può richiedere col pacchetto sportivo che è la potenza portata a 191 cv Din e quindi con motore marcato B202R e con molle ribassate con spennellatina oro-argento e ammortizzatori specifici. Il pacchetto sportivo viene fornito con il motore B202R oppure separato, ovvero motore B202R con assetto delle aero base o solo assetto sportivo con ancora motore da 175 cv Din.

Quindi la Special Turbo Apc aero aveva solo un optional: lo sport package.




Continua...
900 Cabrio Aero Sport '92 - 185 cv Din

Avatar utente
giuseppe122
Socio
Messaggi: 6258
Iscritto il: sabato 21 febbraio 2009, 11:26
Località: Roma - Sicilia

Re: Classic 900 - La storia completa 1979-1994

#3 Messaggio da leggere da giuseppe122 » giovedì 24 febbraio 2011, 13:55

non voglio sporcare questo utilissimo lavoro, quindi alla fine si può cancellare il mio intervento. Vorrei solo riportare la mia esperienza: la mia auto è stata immatricolata a dicembre 1991, quindi è un MY '92. E' una Aero. sul libretto (a parte i diversi casini che ho già spiegato) c'è scritto AB35JX ma aprendo il cofano, sul parafango lato passeggero c'è un'etichetta con su scritto L/X, il che mi fa pensare che sia una Sport. Vorrei anche segnalare che i sedili dei MY '92 (per quel che ne so) hanno gli inserti di pelle scamosciata sulla seduta e sullo schienale (sicuramente saabspecialist ne sa di più). Grazie
Immagine
900 TurboS Aero M.Y. 1992 Cirrus white a metà tra 200 e 300 CV
ex 900 T16 Aero M.Y. 1986 Odoardo grey 175CV

Avatar utente
TurboS
Utente
Messaggi: 247
Iscritto il: lunedì 23 agosto 2010, 14:50

Re: Classic 900 - La storia completa 1979-1994

#4 Messaggio da leggere da TurboS » giovedì 24 febbraio 2011, 14:06

IMPORTANTE!

Se volete fare delle precisazioni su quanto scritto o farmi avere i vostri commenti, vi chiedo cortesemente di mandarmi un messaggio privato. NON postate qua.

Grazie a tutti.
900 Cabrio Aero Sport '92 - 185 cv Din

Avatar utente
TurboS
Utente
Messaggi: 247
Iscritto il: lunedì 23 agosto 2010, 14:50

Re: C900 - La storia completa 1979-1994

#5 Messaggio da leggere da TurboS » venerdì 13 ottobre 2017, 11:41

Da Repubblica - 1994
Sidauto, importatore per l' Italia della Saab, punta molto sulla nuova 900 cabriolet. I dati storici sono del resto più che promettenti: delle 48.895 unità della prima 900 cabrio, lanciata nel 1986, la metà è stata venduta in America. Il nostro mercato è al secondo posto assoluto, 4.612 unità, cioè quasi il 10% del totale e un buon 25% in più della Germania, che rimane di gran lunga in primo mercato in Europa per le vetture scoperte: 58.454 unità l' anno scorso rispetto alle 7.630 dell' Italia.
di LUCA CIFERRI
900 Cabrio Aero Sport '92 - 185 cv Din

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite